ASSOCIAZIONE COLOMBOFILA RAVENNATE

Indice articoli

club rodigini

Presidente: Bulzamini Giuseppe

Via dei Colli 27 – Imola (BO)

Tel. 0542.21214


 

LA NOSTRA STORIA E l'ATTIVITA' CHE SVOLGIAMO

La storia della Associazione Colombofila Ravennate nasce il 02 ottobre del 1973 quando un gruppo di 33 (trentatre') persone, appassionati allevatori di colombi di razze selezionate, si riuniscono e decidono di costituire in Ravenna una «Sezione Colombofila» in seno alla Associazione Provinciale Allevatori. In tale data si svolge la prima Assemblea Generale nella quale viene eletto il primo Consiglio Direttivo che designerà come primo presidente dell'A.C.R. il geom. Bucci Saturno e come Segretario il sig. Mazzotti Sante.

La prima mostra viene allestita a Faenza nel mercato coperto il 09 aprile del 1974; sempre lo stesso anno, il 14 e 15 novembre a Ravenna viene organizzata la seconda Mostra Colombofila abbinata alla esposizione Ornitologica.

Un particolare curioso riguarda la presentazione dei colombi di razza Romagnola senza anellino matricolare dovuta alla mancata reperibilità in commercio di anelli del diametro appropriato per tale Razza.
Già nel 1975 gli iscritti salgono a 65.

IL 25/l0/75 nella Assemblea generale dei soci, dopo ampia discussione, viene individuata e deliberata " la gamma di varietà di tinte o colori" ammessi per i colombi di razza "Romagnolo"; razza salvata dalla estinzione durante il periodo bellico proprio qui in Romagna. Tale merito va
riconosciuto, in particolare, a due allevatori "storici" di tale razza: i sigg. Giacomoni Giacinto e Donati Stefano.
Nel 1977 nasce la Federazione Italiana Allevatori di Colombi (F.I.A.C.): L'Ass. Colombofila Ravennate é fra le società (n.8) che la costituiscono. La FIAC è un organismo che ha come obiettivo di raggruppare tutte le Associazioni territoriali, di uniformare i regolamenti-mostra, di stabilire i criteri di valutazione dei soggetti delle varie Razze formando, mediante corsi, dei Giudici specializzati, adeguando così anche la colombofilia Italiana alle altre nazioni europee più evolute in questo settore.
Nel 1977 il nuovo Consiglio Direttivo è così composto: conferma per il Pres. Bucci Saturno, Vice Pres.il sig. Ravaglia Danilo e Segretario il sig. Sgarbi Lorenzo.

Il 18-19 Febbraio 1978 viene organizzata a Russi (RA) la prima edizione della Mostra Interregionale di colombi aperta ad allevatori provenienti da altre Regioni. Il 20 Gennaio 1979 elezione del nuovo Consiglio Direttivo: conferma del C. D. uscente con la sostituzione del Segretario uscente con il sig. Mazzotti Sante, che a sua volta verrà avvicendato,l'anno dopo, dal sig. Mazzanti Giovanni. Il 24-25 gennaio 1981 la nostra Associazione ha l'onore di organizzare a Imola (BO), i Campionati Italiani di Colombicoltura, con la presentazione di 2.300 colombi presentati da 160 espositori:
record assoluto per i Campionati. Il 05 Marzo 1981, preso atto delle dimissioni irrevocabili del Pres. in carica Geom. Bucci,
vengono indette le elezioni del nuovo Consiglio Direttivo che danno il seguente responso:
Presidente il sig. Lolli Giorgio di Alfonsine (RA), Vice Pres. Bulzamini Giuseppe di Imola (BO), Segretario Mazzanti Giovanni.
Il nuovo Consiglio conferisce la nomina di Socio onorario al Geom. Bucci Saturno per la meritevole opera svolta a favore della Associazione.
L'1 Agosto 1981 si svolge ad Alfonsine (RA) una interessante Mostra promozionale con la sola presentazione di colombi nati nell'anno in corso. .
L'anno 1984 registra il numero record degli associati (n.148, di cui 135 iscritti alla F.I.A.C.).
Il 4 Ottobre 1984 il nuovo Consiglio conferma Lolli Giorgio alla Presidenza e viene deliberato la nomina di due Vice presidenti: Bulzamini Giuseppe e Rambelli Renzo.
1987:nuove elezioni: conferma del C.D. uscente e delle relative cariche.
Il Consiglio Direttivo decide di aprire ai Club di specializzazione e, il 15 novembre 1987 a Faenza, in occasione della mostra sociale, si svolge la 1° Rassegna Nazionale del Club del Sottobanca.
Il 1988 è caratterizzato da diverse mostre promozionali, fra le quali una a Casola Valsenio e una a Bagnacavallo.
Nel 1989 viene eletto il nuovo Consiglio Direttivo che nomina Presidente il dott. Landi Leo, due sono vice presidenti: Bulzamini Giuseppe e Mazzanti Giovanni e Segretario Rivola Giordano.

Nel 1990,in Febbraio, viene allestita con successo a Faenza una Mostra interregionale di colombi abbinata alla Mostra dei Conigli e dei Canarini.
Nel Marzo 1993 si dimette da presidente dell'Associazione il dott.Leo Landi per assumere l' importante incarico di Presidente della F.I.A.C.( Federazione Italiana Allevatori Colombi);incarico che ricoprirà, con grandi meriti, per due mandati.
Il 10 giugno 1993 il nuovo Consiglio Direttivo elegge Presidente Bulzamini Giuseppe, Vice pres.
Mazzanti Giovanni, Segretario Rivola Giordano. Tali incarichi sono stati confermati anche nelle ultime elezioni.


Il giorno 3 Luglio 1994 ad Antibes (Francia) viene sancito il Gemellaggio tra l'Associazione di Ravenna e la Società d'Aviculture Mediterranee (sede ]uan Les Pins) con la partecipazione dei nostri rappresentanti presso la città francese; alla festa del Gemellaggio sono presenti le massime Autorità Istituzionali locali.


Unica, per importanza, la Mostra Interregionale di Imola del 1997: hanno esposto allevatori francesi,svizzeri, ungheresi, tedeschi. In tale occasione sono stati presentati colombi di origine orientale mai visti prima di allora.
Dal 1990 ai giorni nostri, diverse sono state le iniziative che hanno caratterizzato la nostra Associazione: interventi nelle assemblee generali degli associati di veterinari ed esperti sulle malattie batteriche e da virus dei colombi, organizzazione di visite ai vari Campionati italiani e alle più importanti manifestazioni europee, miglioramento e potenziamento del parco-gabbie, ecc. Va ricordato che l'A.C.R. ha avuto l'onore di ospitare all'interno delle varie edizioni delle mostre sociali quasi tutti i Clubs italiani di specializzazione.
Va segnalato, inoltre, che ogni anno dal 2002, presso il quartiere fieristico di Villa Potenza (Macerata) e in collaborazione con l'Associazione Allevatori Piceni, l'A.C.R. organizza una mostra colombofila promozionale a concorso con la presentazione di diverse razze nazionali ed estere.
Oggi la nostra Associazione consta di oltre 100 soci; è la più grande delle ventisei che aderiscono alla Federazione Italiana Allevatori Colombi. A livello nazionale è rappresentata dai seguenti soci:
Dr. Leo Landi : Presidente nazionale dell'Ordine dei Giudici.
Sig. Filippo Bartoletti: Consigliere nazionale dell'Ordine dei Giudici.
Sig. Giovanni Mazzanti: Presidente del Club Italia della razza "Sottobanca".

................e la storia continua.

SCOPI E ATTIVITA'
L'Associazione Colombofila Ravennate (come si evince dal nuovo Statuto conforme alla normativa prevista dalla Legge n.470/97) ha i seguenti scopi:
-Sviluppare l'allevamento selettivo del colombo di Razza ed in particolare delle razze Italiane.
-Organizzare esposizioni a carattere locale, nazionale e internazionale.
-Distribuire gli anelli federali e tenerne il registro di controllo.
-Organizzare giornate di studio sulle varie razze, sulle tecniche di allevamento, corsi e seminari dal contenuto didattico - divulgativo al fine di migliorare e valorizzare il colombo di razza.
E' unanimamente riconosciuto il grande contributo che la nostra Associazione ha dato per il recupero e lo sviluppo delle razze tipiche della nostra Regione. Si pensi alle razze come il Romagnolo, il Piacentino, il Sottobanca,ecc..
Da anni lavoriamo per una efficace azione di promozione attraverso diverse iniziative e rassegne con lo scopo di salvaguardare il patrimonio socioeconomico - culturale legato alla presenza del Colombo nel nostro Territorio, attraverso la sensibilizzazione dell'opinione pubblica ,stimolando gli allevatori a mantenere in purezza e perpetuare l'amore per le razze di questi volatili che non hanno un valore economico per la produzione di carne e pertanto sarebbero destinati a scomparire.

In pratica aderendo alle raccomandazioni della F.A.O. e di tutte le Associazioni ambientalistiche, gli allevatori di questi animali, valorizzando il loro lato estetico, concorrono a salvaguardare la diversità biologica, oggi assai minacciata.
Le esposizioni che l'Associazione Colombofila Ravennate organizza ogni anno, di cui una sociale
e una aperta a tutti anche agli allevatori stranieri, permettono di apprezzare mediamente oltre 800 soggetti di 100 varietà selezionate in purezza.
Visitare la mostra è una occasione di svago e cultura; Il colombo ha sempre fatto parte della storia dell'uomo: è citato nella Bibbia (la Genesi),nell'Iliade di Omero, è rappresentato nei geroglifici egiziani, esistono testimonianze che risalgono ai Persiani, Greci e Romani.
Razze dai nomi quanto meno originali e tratti a volte dalle loro caratteristiche, a volte dalla loro origine: gozzuto, ricciuto, cappuccino,mascherato, palloncino, oppure Romagnolo o Romano e così via.
In mostra potrete ammirare il risultato di un lavoro di ricerca fatto tramite incroci e la selezione che ha fissato la perfezione delle forme e dei colori sgargianti dei mantelli che contraddistinguono le centinaia di razze di colombi diffusi oggi in tutto il mondo.


Tutto l'impegno che viene profuso dai soci è diretto alla conoscenza del colombo di razza come animale da compagnia,ciò al fine di poter essere preferito a specie esotiche che, per il loro commercio indiscriminato rischiano l'estinzione nel paese d'origine e privano l'animale della libertà vitale e della capacità riproduttiva.
Il colombo invece si adotta a diverse situazioni ambientali; può essere tenuto libero in giardino con il nido appeso ad un albero o ad un muro oppure allevato in voliere.
Noi insegniamo ai ragazzi ad apprezzare le razze di animali autoctoni, le loro esigenze, quali sono le condizioni ottimali per riprodursi.
Le nostre mostre vengono visitate da scolaresche; alcune scuole inviano gli alunni per visite didattiche e formative allo scopo di migliorare il rapporto dei ragazzi con la natura e in particolare con gli animali.



Elenco Soci (solo Utenti loggàti)CLICCA QUI

contentmap_plugin


Stampa